Castro di Serra: Torre-Mastio

Castro di Serra: Torre-Mastio
No Comments I Campi Flegrei,I luoghi della cultura,Medioevo

A cura di Carmine Cioffi

A circa quaranta metri dalla chiesa di San Nicola, in direzione sud ovest salendo sulla collina, sono visibili i resti di una grande struttura a base quadrangolare. Si tratta di quel che rimane di una grande torreaddossata sulla collina. Tenendo in considerazione le dimensioni della struttura e la sua posizione quasi centrale nel perimetro del castro, è probabile che tale fabbrica possa in realtà costituire quanto resta del mastio dell’insediamento, ossia il torrione principale, fungente da ultimo baluardo di difesa in caso di attacco.  

La struttura si presenta come una torre di pietra, con un basamento realizzato con dei grandi blocchi di piperno e marmo, molti dei quali di spoglio, uniti tra di loro tramite della malta. La parte uperiore dell’edificio era invece formata da più piccoli elementi di tufo, dalle forme meno regolari, sempre uniti con della malta.  

Purtroppo questa struttura è anche quella che ha subito più danni, in particolare negli ultimi decenni, venendo ridotta ai giorni nostri, a poco più della base, come si evince osservando le foto scattate alla torre negli anni ’80.  

In particolare verso la fine dell’anno 1990, un intera sezione di muro si è staccata dal lato occidentale della torre, cadendo al suolo. Nonostante la rovinosa caduta, la sezione muraria si presenta tuttavia quasi intatta. In teoria, sarebbe possibile risistemarla al suo posto originario in un ipotetico restauro.  

La struttura come si presenta ai giorni nostri (foto C. Esposito, maggio 2015).

 

Ipotesi di ricostruzione del mastio.

 

Anche a causa di questi danni, ci risulta difficile immaginare l’aspetto originale di questa torre.  Ci sfuggono infatti l’altezza originale, come anche la sistemazione della sommità.  Non è ad ogni modo inverosimile che tale torre, in maniera simile ai masti del periodo, potesse presentare sulla sommità una struttura in legno, fungente da punto di difesa e di avvistamento coperto.  

 

Testi e immagini gentilmente concessi da Carmine Esposito

About The Author

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.